Ecco il pugile che voleva diventare terrorista: le foto dell’arrestato (gallery)

Coperto di scritte in arabo, forte, allenato. Ecco come la Polizia ha trovato, dopo averlo filmato per settimane, Moutaharrik Abderrahim, pugile aspirante terrorista residente a Lecco. Lui, atleta di boxe thailandese di un certo livello, e sua moglie Salma Bencharki volevano partire per la jihad nei territori di guerra tra la Siria e l’Iraq. Volevano portare con sé pure i due figli di 2 e 4 anni. Sono stati arrestati in un’operazione congiunta Ros-Digos, nell’ ambito della quale sono state emesse sei ordinanze di custodia cautelare. Tra i destinatari della misura restrittiva, emessa dal gip di Milano anche un marocchino di 23 anni, residente in provincia di Varese: il giovane, fratello di un foreign fighter espulso dall’Italia nel gennaio 2015 con un provvedimento emesso dal Ministro dell’Interno per motivi di terrorismo, si sarebbe dovuto unire alla coppia. Gli aspiranti terroristi, ascoltati mentre ipotizzavano un attentato a Roma, erano in contatto con un’altra coppia residente sempre in Lombardia, composta di due aspiranti terroristi già  partiti verso la regione siro-irachena nel febbraio 2015. (Foto Polizia di Stato, Instagram)