L’Agcom su Porta a Porta: censurabile l’intervista a Riina Jr. Vespa fa l’offeso

Un “fermo richiamo” alla Rai per la puntata di Porta a porta che lo scorso 6 aprile ha ospitato Salvo Riina: è quanto ha deciso il Consiglio Agcom nella seduta del 19 aprile, come spiega il presidente dell’Autorità Angelo Marcello Cardani in una lettera al dg della tv pubblica Antonio Campo Dall’Orto, pubblicata dal sito della Stampa. Nella missiva, in particolare, si segnala la “censurabile unilateralità di molte fasi dell’intervista, condotta senza un adeguato contraddittorio”, che ha “pregiudicato” la “completezza delle informazioni”. L’intervista a Riina Jr, si legge nel testo della lettera presenta “criticità quanto alla modalità e alla contestualizzazione della stessa, nonché alla complessiva caratterizzazione del personaggio intervistato”.

Bruno Vespa ha detto di dissentire radicalmente dal contenuto della lettera e si è dichiarato “profondamente sorpreso dal provvedimento dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, che non ricordo essersi mai espressa con tanta clamorosa severità nei confronti di una intervista televisiva”. Vespa rivendica “fino in fondo, pertanto, di aver rispettato ancora una volta la deontologia professionale e la dignità della persona con lo scrupolo – sottolinea – che da cinquant’anni caratterizza la mia attività giornalistica”.