Gerusalemme, attentato contro un autobus, venti feriti di cui due gravi

Un’esplosione è avvenuta nel pomeriggio a Gerusalemme su un autobus di linea nella parte sud della città. Lo dice Radio Gerusalemme e il servizio di Pronto Soccorso che parlano di una ventina di feriti come primo bilancio, di cui alcuni ustionati gravi. Secondo le prime informazioni, l’esplosione è avvenuta su un autobus vuoto e le fiamme divampate di conseguenza hanno colpito un altro autobus che era vicino. Non è chiaro se l’esplosivo fosse sull’autobus o se il mezzo sia stato colpito da una granata proveniente dall’esterno. La polizia ha detto che sta indagando in tutte le direzioni ma per ora non c’e una pista precisa. Uno degli autobus coinvolti, quello che aveva i passeggeri a bordo, è della linea 12 in transito sulla Hebron Road, nella parte meridionale della città. Al momento si parla di numerosi feriti, due dei quali, secondo la polizia, in gravi condizioni. L’autobus, secondo alcuni testimoni sul posto, è stato completamente distrutto dalle fiamme.

Radio Gerusalemme ha detto che sono andati a fuoco tre veicoli

«Israele risponderà con forza ad ogni tentativo di attaccare i suoi soldati e civili. Sono certo che Hamas lo capisce molto bene». Così il premier Benyamin Netanyahu ha commentato la scoperta di un tunnel di Hamas nella parte meridionale di Gaza che penetrava nel territorio dello Stato ebraico. Netanyahu ha parlato prima che si fosse appresa la notizia dell’autobus. Il premier si è congratulato con l’esercito e con il capo di Stato maggiore assicurando i cittadini della zona sud di Israele, a ridosso della Striscia, che le forze armate «lavorano a pieno ritmo per assicurare la sicurezza e una vita normale». C’è una svolta globale nella capacità di individuare i tunnel sotterranei: l’ha annunciata lo stesso premier israeliano che ha così per la prima volta rivelato i progressi dell’esercito israeliano nello scovare le gallerie sotterrane impiegate da Hamas per penetrare da Gaza dentro il territorio israeliano. Il premier non è entrato nei dettagli tecnici degli strumenti approntati dall’esercito ma ha rivendicato la svolta raggiunta da Israele “nei recenti giorni”. Oggi l’esercito ha annunciato di aver trovato e neutralizzato un tunnel di Hamas – il primo dalla guerra dell’estate del 2014 – dalla parte sud di Gaza in territorio ebraico. Nel corso dell’ultimo conflitto furono circa 30 le gallerie sotterranee distrutte dai genieri delle forze armate israeliane che consideravano i tunnel il pericolo maggiore per i soldati e i civili.