Genova, si rompe oleodotto: migliaia di litri di greggio verso il mare

Esplode un oleodotto ed è allarme inquinamento in Valpolcevera, nel Genovese, per lo sversamento di migliaia di litri di greggio ieri sera dal pipeline Iplom, posto ora sotto sequestro, che da Multedo, passando da Fegino, scorre sino a Busalla.
Per limitare il danno ambientale sono state sistemate numerose panne di contenimento lungo le sponde del torrente Fegino e del fiume Valpolcevera e in mare e i vigili del Fuoco stanno lavorando in maniera incessante per cercare di contenere il danno.
La fuoriuscita di greggio in Valpolcevera è avvenuta, secondo la Iplom, a causa della rottura di una tubazione interrata dell’oleodotto che collega la raffineria di Busalla: in un primo momento si era parlato della rottura di una valvola poi, con il passare delle ore, anche grazie alle testimonianze, si è capito che l’incidente era dovuto all’esplosione della tubazione.
L’incidente è avvenuto mentre era in corso il trasferimento di greggio da una nave nel Porto Petroli di Multedo. Verificato un calo di pressione, il pompaggio è stato immediatamente interrotto ed è scattato il piano di emergenza che prevede l’utilizzo di panne, di mezzi di autospurgo e di una briglia sifonata nel tratto terminale del fiume Polcevera per trattenere il prodotto e assorbirlo. Contemporaneamente è stata attivata nel rio Fegino la schiumatura per limitare l’evaporazione.
Per fronteggiare l’emergenza e fare il punto sui danni provocati dalla fuoriuscita di migliaia di litri di greggio è stata indetta una riunione del Coc, il centro operativo comunale, alla quale partecipano l’assessore alla Protezione Civile del Comune di Genova, Gianni Crivello ed altri amministratori comunali oltre a rappresentanti della Regione Liguria e dei municipi interessati, ai vertici dei vigili del fuoco, della capitaneria di porto e dell’Arpal.
Per verificare i danni provocati dal greggio intorno alle 10 da Sarzana si è alzato in volo un elicottero della Capitaneria di Porto che ha sorvolato la zona fra la foce del Polcevera e il rio Pianego dove si è verificata la fuoriuscita di greggio. «In un primo momento si era parlato della rottura di una valvola dell’oleodotto – ha poi spiegato l’assessore Crivello – ora si parla di un’esplosione lungo la condotta. Come avrebbero confermato alcuni abitanti che hanno avvertito in modo distinto il botto».
E’ stata anche riaperta in senso unico alternato la viabilità nel tratto di via Borzoli in direzione della Valpolcevera e di Rivarolo, strada inizialmente chiusa.
Sul posto i tecnici Arpal per verificare la presenza di inquinanti nell’aria e misurare quanto greggio è finito nei due torrenti e anche in mare,.
Le indagini sono condotte da pompieri, tecnici Arpal e carabinieri.
Avviata un’inchiesta della magistratura che ha aperto un fascicolo contro ignoti e sequestrato l’impianto dell’Iplom di Busalla.
Il sostituto procuratore presso la procura di Genova, Alberto Landolfi, ha aperto un’indagine a carico di ignoti per disastro colposo e posto sotto sequestro l’impianto dell’Iplom di Busalla. Un atto dovuto per verificare cosa è realmente accaduto. Le indagini sono state affidate all’Arpal, l’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente Ligure, che ha incaricato da dieci tecnici divisi in tre squadre: sopralluoghi sono stati svolti sul punto della perdita, nel rio Pianego, a Borzoli; nel porto Petroli di Multedo e a Busalla. I tecnici dovranno stabilire le cause dell’incidente e verificare il danno ambientale che lo sversamento ha procurato. Vigili del Fuoco e un’impresa specializzata stanno cercando di impedire il deflusso in mare del greggio. L’obiettivo è quello di separare il combustibile dall’acqua del torrente per poi aspirarlo e, nei giorni prossimi, procedere alle operazioni di bonifica».

 

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all'altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all’altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all'altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all’altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all'altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all’altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all'altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all’altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all'altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all’altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all'altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all’altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all'altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all’altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all'altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all’altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all'altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all’altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all'altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio

Continuano le operazioni lungo il torrente Polcevera all’altezza della foce per il contenimento della chiazza di greggio