Dieci milioni di italiani non versano neppure un euro di tasse

Tasse. Quanto guadagnano gli italiani? O meglio, quanto dichiarano? Secondo i numeri del ministero del Tesoro, riferiti al 2014, poco più dell’anno precedente: 20.320 euro. Un contribuente su due viaggia sotto i 16.400 euro e appena il 4%, su un totale di 40,7 milioni, certifica di avere un reddito 50 mila euro e versa il 35 per cento dell’Irpef complessiva. I «paperoni» che superano i 300 mila euro, che quindi devono anche pagare il contributo di solidarietà, sono appena 31.700, lo 0,1% degli italiani. In dieci milioni, invece, non versano neppure un euro di tasse, sia per le numerose detrazioni sia perché i guadagni sono troppo bassi, “la Stampa“.

Lombardia ha un terzo di reddito in più della Calabria

Cosi nelle Regioni La Regione più «ricca» si conferma la Lombardia, con un reddito medio complessivo di 24.020 euro, seguita dal Lazio (22.500) mentre il fanalino di coda è la Calabria: 14.510 euro. Ma è tutto il Sud, fa notare il Tesoro, ad essere cresciuto meno rispetto al resto dell’Italia. Passando alle figure professionali, le dichiarazioni più alte si trovano fra gli autonomi (35.570 euro) mentre il reddito medio dichiarato dagli imprenditori titolari di ditte individuali non supera i 18.280 euro. I lavoratori dipendenti si fermano a 20.520 euro, i pensionati a 16.700 euro.

Tasse: l’anno scorso ha fatto segnare il debutto del 730 precompilato

Ad accettare la dichiarazione dei redditi senza modificarla è stato appena il 5,1% degli oltre 13 milioni dei contribuenti che l’hanno ricevuta, mentre il restante 94,9% ha integrato o modificato i dati contenuti nel modulo delle tasse, che dal 15 aprile verrà ampliato con le spese mediche. L’altra novità voluta dal governo Renzi è stata il bonus da 80 euro: ne hanno usufruito 11,3 milioni di italiani, per un ammontare totale di circa 6,1 mi liardi di euro e un ammontare medio di 540 euro.