Delitto al Collatino, Foffo rivela: «Ho filmato Luca mentre era agonizzante»

FacebookPrintCondividi

Non c’è fine all’orrore. Nel caso del terribile omicidio di Roma – quello che la cronaca ha riassunto nella breve e non abbastanza esaustiva locuzione “il delitto del Collatino”– ad ogni nuova dichiarazione, ad ogni inedita rivelazione choc, aumenta la portata della insensata brutalità che ha connotato una delle vicende criminali più sconvolgenti degli ultimi anni. L’ultimo terrificante annuncio viene allora, ancora una volta, da Manuel Foffo che, in uno degli ultimi interrogatori, non tralascia di dichiarare un altro particolare: «Ho anche filmato il povero Luca Varani mentre era a terra, agonizzante».

Un video di Foffo sugli ultimi istanti di vita di Varani?

Quest’ultimo, inedito, macabro particolare, anticipato dal settimanale Panorama nel numero in edicola da giovedì 28 aprile, fornisce un ulteriore dimostrazione dell’efferatezza che ha guidato ogni singolo istante della tortura e della fine del porvero Luca Varani, trucidato. ucciso. E persino ripreso negli ultimi, tragici momenti della sua dolorosa morte. Le parole di Foffo, dunque, confermano l’esistenza di un video nel delitto del Collatino, dove il 4 marzo in un appartamento il giovane Varani è stato ucciso a colpi di coltello e di martello dopo esser stato a lungo seviziato.

Una «ripresa angosciosa» sulla vittima agonizzante

Secondo Panorama si tratta «di una ripresa angosciosa, anche se di pochi secondi: immagini in movimento, che partono dal salottino della casa di Foffo – la scena del crimine violento – e arrivano fino alla camera da letto, dove ritraggono la vittima agonizzante con accanto l’altro presunto omicida, Marco Prato, ancora vestito da donna». Il video è stato poi cancellato dallo stesso Foffo, ma gli inquirenti stanno cercando di recuperarlo nella memoria del suo telefonino. a ulteriore prova – se mai ce fosse ancora bisogno – dell’orrore perpetrato sulla vittima.