CasaPound a Romics: assalto? No, solo un lancio di coca cola (video)

Il fumetto “Quando c’era lui”, che faceva satira discutibile sul fascismo e su Mussolini, non è piaciuto a CasaPound e così un esponente del movimento, Davide Di Stefano, fratello di Simone Di Stefano si è recato allo stand che lo esponeva alla fiera del fumetto Romics gettando coca cola su uno degli addetti e chiedendo lumi su quel “fumetto di m…da”. Si è subito parlato di aggressione ma, come si vede nel video, le cose stanno diversamente. Più appropriato sarebbe parlare di “provocazione”. Sul sito di CasaPound l’azione viene rivendicata come “goliardata irriverente”. Davide Di Stefano ha postato su Fb il video che lo ritrae in azione a Romics e ha scritto: “Il colpevole di questo “assalto”, di questo “raid”, sono io. Se voi cialtroni pensate di ottenere -aggiunge Di Stefano- qualche soldo (prima avete parlato di 500 euro di danni, ora di 1000, tra poco chissà) mettetevi l’anima in pace: non vedrete un euro”.