Brexit, Marine Le Pen volerà a Londra per tifare contro Bruxelles

Londra meglio dentro o fuori dall’Europa? Il referendum di giugno che divide il Regno Unito è entrato nel dibattito internazionale. Nel giorno in cui Barack Obama, in visita a Londra, lancia il suo assist al premier David Cameron con l’appello a restare nell’Unione europea, Marine Le Pen fa sentire la sua  voce fuori dal coro a difesa della “libertà” e della “sovranità”.

Marine Le Pen: si può vivere fuori dall’Ue

«La vittoria della Brexit dimostrerà che è possibile vivere fuori dall’Unione europea. O si è liberi o non lo si è», ha detto la presidente del Front national annunciando l’impegno concreto per la campagna euroscettica britannica. Prima del voto del 23 giugno la Le Pen ha fatto sapere che sbarcherà nel Regno Unito per dare una mano a chi invoca l’uscita dall’Unione. Una mossa ufficiale a sostegno di Janice Atkinson, vicepresidente del gruppo europeo nazioni e libertà nella sua campagna per la Brexit. Per l’occasione la Le Pen porterà alla Atkinson una copia dello “storico” manifesto del Front national per la campagna anti-Ue al referendum del 2005. Gli euroscettici francesi, in testa la Le Pen e Philippe de Villiers, presidente del Movimento per la Francia, sono ottimisti e convinti che il risultato sarà una svolta storica.