Austria, trionfa l’ultradestra anti-migranti. L’esultanza di Le Pen e Salvini

Norbert Hofer, il candidato del Partito della Libertà (Fpoe), formazione di destra anti-migranti, trionfa con il 36,7% nella prima proiezione delle elezioni presidenziali austriache. Il verde Alexander van der Bellen è secondo con il 19,7%. Eliminati i candidati dei due grandi partiti tradizionali, popolari e socialisti, dal ballottaggio. La candidata indipendente Irmgard Griss è al terzo posto al 18,8%. Il socialista Rudolf Hundstorfer all’11,2%, così come quello popolare Andreas Khol. Chiude Richard Lugner, con il 2,4% dei voti. Se i risultati verranno confermati, al ballottaggio del 22 maggio andrebbero Hofer e il verde Van der Bellen.

L e prime reazioni sono state di Marine Le Pen e Matteo Salvini. “Le mie più sincere felicitazioni ai nostri amici dell’Fpoe per questo risultato magnifico. Complimenti al popolo austriaco”, ha scritto su twitter la leader del Front national. E Salvini non è stato meno entusiasta: ”Provo immensa gioia per il grande risultato che si sta delineando in Austria per il nostro storico alleato Fpoe”. ”Quel che mi sconcerta e che mi fa incazzare – ha aggiunto – è il pressapochismo con cui vengono definiti destra xenofoba e razzista dai media. Chiunque chieda libertà, immigrazione controllata e una Europa diversa viene subito marchiato! Il ‘politicamente corretto’ uccide la verità e la realtà”.