Tunisino rapisce il figlio neonato: temeva gli venisse tolto. Arrestato

Un tunisino rapisce il figlio neonato. Ventisettenne, appena divenuto genitore, ha pensato bene di rapire il figlio appena nato dalla nursery di un ospedale genovese. Ha cercato di scappare portandolo via con sé, quindi, immediatamente rintracciato, e sentendosi braccato, si è visto costretto a riconsegnare il piccolo: cosa che, con l’aiuto di un parente, ha provveduto a fare. L’uomo è stato arrestato.

Tunisino rapisce il figlio neonato

L’episodio risale a venerdì sera quando il tunisino, che con la compagna era stato dichiarato inadeguato a svolgere il ruolo di genitore, ha deciso di prendersi il piccolo per evitare che fosse affidato agli assistenti sociali. Per questo si è infilato di forza nel Nido dell’ospedale e dopo avere spinto e ferito un’infermiera, e danneggiato una porta, ha rapito il bambino di appena quattro giorni di vita ed è scappato. Tutto davanti alla madre del bambino, alla quale in passato era già stata tolta una figlia.

La breve fuga, la resa, l’arresto

L’allarme è scattato alle 18,15 con una telefonata al 113. Il padre con il figlio avvolto in una copertina azzurra è stato avvistato poche decine di minuti dopo la fuga dall’ospedale nei pressi del binario tronco della stazione ferroviaria. Grazie all’intervento di una zia della puerpera, allora, il padre ha riconsegnato il bambino, ma subito dopo ha aggredito un poliziotto. L’uomo è stato arrestato per sequestro di persona, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento. Non solo: rischia anche l’espulsione dall’Italia perché non in regola con il permesso di soggiorno.