Alla sbarra il “dentista degli orrori”. Strappava denti sani senza anestesia

Strappava i denti ai pazienti senza anestesia,  li operava  ignorando le minime precauzioni igieniche, dimenticava resti di strumenti nelle gengive. Sono le  accuse di decine e decine di pazienti di Mark van Nierop, un dentista olandese che, nel 2008, aveva aperto il suo studio “da incubo” nella cittadina francese di Chateau-Chinon, dove ha esercitato la professione dal 2008 al 2012.

Alla sbarra il dentista degli orrori

E proprio in Francia a Nevers si è aperto il processo al medico ribattezzato dai media il “dentista degli orrori”. Accusato di “maltrattamenti, truffa e frode”, Mark van Nierop è stato estradato in Francia dopo il via libera del tribunale di Amsterdam, nel novembre 2014.  Dopo essere stato scoperto, infatti, il dentista degli orrori era scappato in Canada e da qui era stato estradato nel suo paese, che ha sua volta lo ha consegnato alla giustizia francese. Nel 2013 era stato sospeso dalla professione e messo sotto controllo giudiziario. Ma nel frattempo almeno 2.800 persone erano già passate sotto i ferri. Per alcuni ex pazienti che oggi sono giunti in tribunale per partecipare al processo, era un vero e proprio “macellaio”. E ci è voluto molto tempo prima che i pazienti denunciassero i maltrattamenti subiti con un sadismo degno di un film dell’horror. Molte persone hanno sofferto di infezioni o continuano a soffrire di problemi gravi e irreversibili.