Salah è stato arrestato a Bruxelles: la belva del Bataclan è ferito a una gamba

Salah Abdeslam, il ricercato numero uno per le stragi di Parigi, è stato arrestato a Bruxelles nel corso di un’operazione anti-terrorismo nel quartiere di Molenbeek, il quartiere “islamico” della capitale belga. Salah è considerato l’ideatore dell’orribile mattanza del 13 novembre scorso.

Nel corso dell’operazione sono state impiegate anche granate. Lo riferisce la Derniere Heure. L’operazione, riferisce Le Soir, era in programma per sabato, ma  sarebbe stata anticipata a venerdì dopo la fuga di notizie sul ritrovamento delle impronte di Salah nell’appartamento di Forest.  Salah era asserragliato in una casa di .Molenbeek È  stato arrestato anche un complice. La notizia dell’arresto di Salah è stata subito confermata ache  dai media francesi tra i quali Le Figaro.

La belva del Bataclan è rimasto ferito a una gamba. Salah non ha risposto alle ingiunzioni di arrendersi da parte della polizia che gli ha quindi sparato alla gamba per neutralizzarlo. Nel corso del bltitz sarebbe rimasto ferito un poliziotto. La polizia di Bruxelles sta cercando un terzo uomo

Si è anche appreso che l’algerino ucciso dalla polizia durante la sparatoria a Forest, Mohamed Belkaid, sarebbe uno dei falsi migranti che Salah andò a prendere in Ungheria e con cui venne controllato alla frontiera austriaca. L’uomo sarebbe uno dei ricercati per la logistica degli attentati di Parigi sotto la falsa identità di Samir Bouzid, che effettuò un versamento da Bruxelles alla cugina di Abdelhamid Abaaoud, Hasna Ait Boulahcen, rimasti uccisi entrambi nel raid a Saint-Denis.