Ronaldo e l’utero in affitto: «A mio figlio basto io, la madre non serve»

«Mio figlio non ha bisogno della mamma, basto io…». Nichi Vendola? No, Cristiano Ronaldo, il fuoriclasse del Real Madrid che in questi giorni si è espresso, con una tesi alquanto bizzarra, proprio sul tema della fecondazione assistita. Nel corso del documentario che lo ha seguito per un anno intero e che è uscito al cinema qualche mese fa, Cristiano Ronaldo ha raccontato di suo figlio – che oggi ha 5 anni – che pare abbia avuto da una madre surrogata, di cui non ha mai rivelato l’identità. «Una madre a mio figlio non serve, gli basto io. Lui ha me. Quando Cristiano sarà cresciuto, gli racconterò quello che ho fatto e tutto quello che mi è passato per la testa in quel momento».

Ronaldo e il papà ubriacone

 

In effetti, Cristiano Ronaldo, è padre di un bambino, Cristiano Ronaldo Jr (5 anni) nato, secondo indiscrezioni, da una madre surrogata. Anche se lui non ha mai confermato, tenendosi sul vago. «La gente specula sul fatto che all’epoca frequentassi questa o quella ragazza o che sia ricorso a una madre surrogata ma non ho detto a nessuno la verità e mai lo farò. Quando Cristiano sarà cresciuto, gli racconterò quello che ho fatto e tutto quello che mi è passato per la testa in quel momento». Come con lui non ha fatto il suo vero padre, un ubriacone che lo aveva profondamente deluso: «Non so perché mio padre iniziò a bere e neanche m’interessa, quello che so è che avrei voluto un padre diverso, più presente e in grado di assistere ai miei successi».