Romeo: “Dopo l’appoggio a Bertolaso, ora impegno e costanza nelle università italiane”

Si sono concluse a Roma le consultazioni per la scelta del candidato a Sindaco, Guido Bertolaso. Studenti per le libertà di Roma ha contribuito alla realizzazione dei gazebo con la presenza di tanti ragazzi accompagnati dal presidente nazionale Giuseppe Romeo. “Dopo l’appoggio a Bertolaso, ora impegno e costanza nelle università italiane” sottolinea il presidente Spl che annuncia importanti incarichi in Lazio, Umbria e Puglia.

Davide Zaccagnino è il nuovo coordinatore Spl della regione Lazio. “Una nomina dovuta al suo costante e proficuo impegno nella politica universitaria, evidenziandosi soprattutto presso il proprio ateneo, Luiss Guido Carli. Molta è la stima, infatti, che nutro, da sempre, nei suoi  confronti e ho pertanto la certezza che Davide saprà incrementare numericamente in qualità le risorse umane del nostro movimento universitario e pertanto costituirà pure un valore importante per Forza Italia” dice Romeo.

“Con grande entusiasmo e con immenso onore, accetto questo  incarico che considero come una grande sfida – aggiunge Davide Zaccagnino – motivato dalla passione per la politica che mi ha portato a vivere, nel corso dei vari anni di vita universitaria, numerose esperienze che mi hanno dato la consapevolezza che lo studente è la vera “risorsa” dell’Università. Ho avuto modo di apprezzare, inoltre, il sacrificio, la dedizione ed il grande lavoro di squadra che si celano dietro le iniziative promosse da SPL, essendo, da sempre, uno spettatore discreto ed attento delle loro attività. Inevitabilmente, colgo l’occasione per ringraziare innanzitutto, il Presidente Giuseppe Romeo al quale mi lega un rapporto di stima e di amicizia che dura ormai da anni e poi, gli amici di sempre che sono quotidianamente al mio fianco e tutti quei giovani che hanno condiviso e continuano volontariamente, con impegno ed interesse, a condividere con me ogni iniziativa politica”  

Un “azzurro” Doc Alberto Gambelli, è il nuovo coordinatore di Studenti per le Libertà della regione Umbria. “Alberto ha scalato, per gradi, la piramide istituzionale della rappresentanza studentesca nell’università di Perugia, sino a far trionfare con la sua presenza la lista “Idee in movimento”     che ha ottenuto messe di voti e un gran numero di seggi, dai dipartimenti agli organi centrali – ricorda Romeo -. Lui stesso è stato eletto componente del massimo organismo universitario, il Consiglio di Amministrazione. Sono orgoglioso di aver proceduto alla sua nomina di coordinatore SpL per la regione Umbria, poiché con il suo operato il nostro movimento, sicuramente, raggiungerà risultati molto lusinghieri”.

Il neo coordinatore di Spl Umbria Gambelli ha accettato con immenso piacere la nomina a coordinatore regionale di Studenti per le Libertà. “Ritengo questa un’opportunità per  proseguire il percorso di rappresentanza intrapreso all’interno dell’Università degli Studi di Perugia. È nostro dovere impegnarci e combattere per inseguire un obbiettivo fondamentale: gettare le basi per una futura classe dirigente capace ma soprattutto libera. Svolgerò il mio ruolo con la stessa passione che mi ha spinto anni fa a mettermi in gioco per difendere ciò in cui tutti noi crediamo”.   

Altro passo importante in Puglia dove una donna rappresenterà i massimi vertici di SpL, Marzia Spagnuolo. “Una donna, che con la sua attività costantemente condotta per diffondere ed esaltare i valori di Forza Italia, dimostra che quando si ha capacità e volontà non c’è bisogno di quote rosa per emergere e primeggiare – aggiunge Romeo – . La sua nomina, che mi pregio di aver effettuato, sarà pertanto determinante per coordinare gli atenei pugliesi, unendoli attraverso un salutare e fresco apporto di entusiasmo.

La neo coordinatrice Spagnuolo esprime la gratitudine al Presidente nazionale Giuseppe Romeo per la fiducia. “Accetto con grande entusiasmo e senso di responsabilità questa nomina che equivale ad una grande sfida che vorrò condurre con serietà e grande spirito di aggregazione. Riconosco le grandi difficoltà che mi aspettano, ma prometto di impegnarmi con perseveranza e tenacia nel portare questa grande associazione in tutti gli atenei presenti nella nostra regione e di far sì che i molti ragazzi vicini alle nostre idee politiche possano riconoscersi anche a livello universitario nei valori portanti. Fondamentale sarà accogliere tutte le istanze degli studenti e cercare, per quanto possibile, soluzioni a noi più favorevoli nel rispetto delle istituzioni. Le parole d’ordini che, mi auguro, contraddistingueranno questo percorso saranno passione, aggregazione e spirito di servizio.       Un grazie a tutti coloro i quali hanno creduto in me”.