Primarie Pd col trucco a Napoli: Bassolino presenta ricorso

Antonio Bassolino ha deciso di presentare ricorso sulle primarie del Pd a Napoli: “Rispettare la libertà e la dignità delle persone è un requisito irrinunciabile della democrazia”, ha detto riferendosi all’ormai famoso video in cui si vedono consiglieri del Pd distribuire fuori dai seggi monete da un euro per consentire di esprimere la preferenza per Valeria Valente.

“Ci tocca perfino essere solidali con Bassolino – commenta Maurizio Gasparri – vittima degli imbroglioni. Il Pd si conferma un partito arrogante, che viola le regole della Costituzione quando si tratta di imporre la fiducia su testi di legge mai discussi, occupa la Rai attraverso leggi incostituzionali, stravolge le regole democratiche quando dà luogo alle primarie con distribuzione di euro e numeri misteriosi”.

Il presidente del Pd Matteo Orfini getta acqua sul fuoco: “Abbiamo la segnalazione di un paio di casi sospetti grazie ad alcune inchieste giornalistiche: per questo abbiamo immediatamente attivato meccanismi di garanzia per valutare i singoli casi. In quel caso sarebbe giusto prendere provvedimenti esemplari, ma questo non inficia il lavoro fatto e che le primarie a Napoli si siano svolte regolarmente”.