Point Break all’italiana: i ladri colpivano mascherati da Renzi

Fa pensare un po’ a Point Break, un po’ a una certa dose di umorismo nero, legata alle politiche economiche del governo, la scelta di alcuni ladri di indossare, tra le altre, la maschera di Matteo Renzi per mettere a segno i loro colpi. La banda, che agiva nel Cagliaritano e colpiva per lo più bar ed esercizi commerciali, è stata sgominata dai carabinieri.

Come in Point Break, ma per derubare bar e negozi

Un 28enne è stato arrestato con l’accusa di tentato furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale, mentre un complice è ricercato. In particolare il giovane è accusato di almeno sette furti tra Quartu, Sestu, Selargius e Monserrato, dove sono stati colpiti tra gli altri un bar, un laboratorio orafo e un distributore di benzina. L’arresto è stato compiuto dopo una serie di appostamenti notturni e un inseguimento in auto dei malviventi, che erano stati colti in flagrante mentre con un piede di porco cercavano di scassinare un bar. La fuga in auto dei ladri è finita per un incidente, ma uno dei due è riuscito a fuggire a piedi. È stato a bordo dell’auto che, oltre agli attrezzi da scasso, i carabinieri hanno trovato le maschere utilizzate, fra le quali quella di Matteo Renzi.