Pheromone Party: l’ultima moda è scegliere il partner dall’odore

Pheromone Party: si chiama così la nuova frontiera della socializzazione. Sceglere il partner ideale dall’odore. Non certo una novità. Solo che adesso sta diventando anche un business. La spiegazione in un articolo di Carrie Weisman pubblicato da Alternet e ripreso dal sito Dagospia: “Nel 1995, il ricercatore svizzero Claus Wedekind portò nel suo laboratorio 44 magliette sudate, indossate per due giorni da uomini che non usavano sapone e ai quali era stato chiesto di non fumare e di non fare sesso, insomma di rinunciare alle attività in genere associale all’odore. Chiese poi a 49 studentesse della sua università di annusare le magliette, per studiare così il complesso maggiore di istocompatibilità (MHC). Le variazioni genetiche sono fondamentali per la sopravvivenza, quindi ha senso che troviamo più attraente chi ha geni MHC dissimili dai nostri. Se è vero quello che pensa Wedekind, le donne, in particolare, usano il naso per identificare il miglior riproduttore, il maschio ideale. Vent’anni dopo il suo esperimento, non gradito all’unanimità dalla comunità scientifica, l’importanza dell’odore è ancora più forte”. Non solo Pheromone Party, perciò. Esiste ad esempio lo “smell dating”, il primo sito di appuntamenti fissati a seconda della puzza dei partner. Funziona così: per 25 dollari l’azienda ti invia una maglietta pulita, da indossare per tre giorni e tre noti senza deodoranti. La devi rispedire indietro e aspettare che ti arrivi un pacco di magliette indossate da altre persone con gli stessi criteri. Se scegli la stessa persona che ha scelto te, potrai avere i suoi contatti e organizzare un appuntamento dal vivo. I Pheromone Party funzionano più o meno nello stesso modo e sono frequentatissimi: a New York, Los Angeles e Londra: busta rosa per le ragazze, blu per i ragazzi, ognuna con un numero. Scegli la busta a seconda dell’odore che più ti attrae, vai a farti una foto con il numero scelto, la foto viene proiettata sul muro, durante la festa. Se vedi qualcuno con il tuo numero e ti piace, puoi andare a presentarti personalmente. La correlazione fra sesso, odore e attrazione, ci fa capire perché il mercato del profumo è un giro d’affari da 40 miliardi di dollari. Molte fragranze ritenute sexy derivano dal muschio, secreto dai maschi ruminanti di piccola taglia. Attenzione però, non per tutti vale la regola dei Pheromone Party. Possiamo solo essere sicuri che gli odori modulino i comportamenti. Non di preciso come.