Nuovo choc a Colonia, dodicenne aggredita da un gruppo di immigrati

I riflettori tornano ad accendersi su Colonia: dopo l’aggressione di massa di capodanno, adesso il vile sopruso è toccato a una dodicenne, una ragazzina indifesa, accerchiata e palpata nelle parti intime da un gruppo di immigrati composto da uomini dai 17 ai 45 anni. Un branco senza scrupoli, tempestivamente individuato e fermato dalle forze dell’ordine locali, eppure, già tornato pericolosamente a piede libero.

Colonia, dodicenne aggredita da sei immigrati

Dunque, ancora un’aggressione compiuta da immigrati senza scrupoli. Ancora una vittima – stavolta giovanissima – di un sopruso sessuale. Ancora un arresto durato poche ore e di nuovo spazio alla paura che tutto possa tornare a ripetersi a breve. L’episodio, denunciato dal Maily Mail e rilanciato da il Giornale, è avvenuto nel quartiere Zündorf della cittadina tedesca. Da quanto fin qui dedotto la ragazzina si trovava su uno scivolo, a giocare per conto proprio, quando si è vista venire incontro sei uomini, cinque dei quali profughi, che prima di tutto l’hanno immobilizzata e poi hanno cominciato a palparla dappertutto.

La ragazzina immobilizzata e palpata nelle parti intime

Attimi di panico, di terrore puro, che alla piccola saranno sembrati interminabili e che si sono interrotti con l’arrivo – per fortuna tempestivo – di alcuni agenti della sicurezza, il cui intervento ha salvato la dodicenne da un ulteriore degenerare della situazione. La ragazzina è stata soccorsa, e chi ha provato a rassicurarla e a calmarla l’ha trovata in evidente stato di choc, in preda alla paura e a un malessere, durati decisamente più a lungo dell’arresto dei sei immigrati, conclusosi in poche ore. L’allerta a Colonia torna dunque a innalzare i suoi livelli, e il procuratore ha chiesto a tutti i cittadini di fare attenzione e di segnalare qualsiasi avvenimento di violenza.