“Colpiremo i cristiani nelle loro case”. Nuove decapitazioni dell’Isis (VIDEO)

Tre “spie irachene” condotte a morte dai loro boia a cavallo nel deserto, fino alla scena agghiacciante della decapitazione. È l’ultimo sconvolgente video dell’Isis, diffuso in Rete in queste ore. Il video, della durata di cinque minuti, è incentrato sulla solita agghiacciante propaganda dei terrroristi dello Stato islamico. Il tutto condito da minacce nei confronti dei “crociati” e della coalizione che combatte l’Isis. Un video che arriva quasi contemporaneamente con un’altra registrazione effettuata in Libia. «Ebrei, cristiani, e apostati: non avrete tregua. Vi attaccheremo nelle vostre case, con gli esplosivi e le autobomba». È questo infatti il messaggio di un miliziano dell’Isis, diffuso dalla “Provincia di Tripoli”, in un video girato su una spiaggia libica. Due militari dell’esercito di Khalifa Haftar vengono uccisi con un colpo di pistola alla testa. “Pentitevi”, dice il miliziano jihadista. Lunedì a Bengasi, teatro dell’offensiva di Haftar contro le milizie jihadiste, il bilancio dei combattimenti è stato di 10 morti.