Meloni: “Multe alla stampa anti-governativa? È dittatura renziana”

FacebookPrintCondividi

La denuncia di Fratelli d’Italia è pesante. Domenica pomeriggio sono andate in onda prove tecniche di regime, in diretta su Canale 5. A dirlo Giorgia Meloni che, su Facebook ha commentato: «Dittatura renziana. Matteo Renzi ospite di Barbara D’Urso dice che vuole multare per procurato allarme la stampa che smaschera le manovre del governo a favore delle banche e contro i cittadini. L’allarme però non lo procurano i giornali ma il governo con i suoi blitz vergognosi, tipo quello sventato dalle opposizioni, di consentire alle banche di metterti casa all’asta dopo sette mesi che non paghi il mutuo. Giù le mani dalle case – conclude la leader di Fratelli d’Italia – giù le mani dai conti correnti e nessun bavaglio all’informazione».

È dittatura renziana? “No, prosegue il patto del Nazareno”

«Mediaset e la D’Urso inchiodano Renzi con domande incalzanti: “Vulite ‘a spremuta o vulite ‘o café?”… Il premier pontifica sulle banche, e neanche una domandina su Banca Etruria. E sulla Libia, Renzi va prima dalla D’Urso e poi in Parlamento. Il Nazareno non finisce mai..». Così Daniele Capezzone, deputato dei Conservatori, commenta la partecipazione del premier Renzi a Domenica Live.