Matera: incensurato rapina una banca, arrestato grazie a Facebook

Riconosciuto da un foto pubblicata sulla pagina Facebook della questura, un uomo di 27 anni, di Matera – Marco Solito – che non aveva precedenti – è stato arrestato dalla Polizia stamani all’alba a Bari, con l’accusa di aver rapinato un’agenzia della Banca Carime di Matera il 4 dicembre del 2015, portando via un bottino di circa 200 mila euro. La rapina avvenne nel pomeriggio. L’uomo aveva un coltello e un borsone, in cui disse agli impiegati della banca di aver nascosto una bomba. Constatato che la sua immagine registrata dalle telecamere della banca non corrispondeva a nessun pregiudicato, la sua foto fu inserita nella pagina Facebook della questura di Matera. Una persona telefonò e disse di conoscerlo: la squadra mobile della questura materana raccolse altri elementi, che oggi hanno portato l’uomo in carcere. Fra l’altro, si era “cancellato” da Facebook dopo il colpo. Erano state 768 mila le visualizzazioni sulla pagina Facebook della questura, iniziativa proposta dal questore, Paolo Sirna, dopo che era stato stabilito che la foto del rapinatore non era in nessun archivio delle forze dell’ordine. L’uomo aveva fatto la rapina nel pomeriggio: entrato in banca, aveva chiesto che gli fosse indicato il bagno. Ne era uscito poco più tardi con un coltello e un borsone, in cui aveva detto di avere una bomba. Di lui si erano perse le tracce, fino all’arresto-