Marion Le Pen: una donna incinta può candidarsi? Certo, per noi è normale

Foto di gruppo al Pirellone per Marion Le Pen, vicepresidente del Front National francese, e i gruppi della Lega Nord e della Lista Maroni della Regione Lombardia. Dopo un pranzo e un incontro privato a Palazzo Lombardia, a Milano, Le Pen ha tenuto una conferenza stampa con i capigruppo regionali della Lega, Massimiliano Romeo, e della Lista Maroni, Stefano Bruno Galli, e l’assessore lombardo alle Culture Cristina Cappellini, anche lei leghista. Durante gli incontri sono emersi “punti di contatto” e “proposte per una maggiore coordinazione tra i due partiti”. La vicepresidente del partito francese ha poi incontrato Matteo Salvini e il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni. A proposito della candidatura di Giorgia Meloni ha affermato che la questione di non candidare una donna incinta non si pone proprio: “Il fatto che una donna incinta possa cercare di ottenere un posto come quello di sindaco di Roma è perfettamente normale per noi – ha perseguito Le Pen – noi siamo donne alla testa del partito, quindi va bene”.