Mail galeotta: generale Usa nei guai per messaggi porno a una sottoposta

Galeotta fu la mail: un generale dell’aviazione americana, John Hesterman, decorato anche per aver partecipato alla guerra nel Golfo Persico, è stato costretto a dimettersi per una serie di messaggi “sessualmente suggestivi”, così i ha definiti un rapporto militare,  inviati tramite posta elettronica a una donna ufficiale, sua sottoposta e sposata con un altro ufficiale dell’Air Force. Lo scrive il Washington Post, riferendo l’esito di una indagine di un ispettore generale. Il carteggio è spuntato nella causa di divorzio tra la donna, che è tenente colonnello, e suo marito, un colonnello nel cui trasferimento a quanto pare si sarebbe intromesso impropriamente Hesterman: lei ha riconosciuto l’autenticità delle mail ma ha sostenuto di non aver mai tradito il coniuge, accusandolo invece di averlo fatto lui.

Una serie di mail a sfondo sessuale inguaiano il generale

Al generale Hesterman, che da parte sua ha negato qualsiasi relazione sessuale con la donna, è stato contestato di aver violato le regole del proprio corpo di appartenenza «perché ha danneggiato l’Air Force, ha contribuito a dissolvere il matrimonio tra due suoi membri, ha minato il buon ordine, la disciplina e il rispetto per l’autorità, abbandonando gli obiettivi dell’aviazione americana per interessi personali». Il generale David Goldfein, vice capo dello stato maggiore dell’Air Force, di cui Hesterman era assistente, gli ha scritto una lettera di rimprovero che ha indotto l’alto ufficiale a dimettersi e a presentare i documenti per la pensione. Ora rischia anche il degrado. Attualmente è generale a tre stelle.