I nostri militari disabili agli Invictus Games: Gianfranco Paglia capitano

Si terranno a Orlando in Florida, dal 4 al 14 maggio, gli Invictus Games, l’evento sportivo internazionale che vedrà protagonisti assoluti soldati di ben 15 nazioni. La peculiarità della manifestazione sta nel fatto che gli atleti, 400 in tutto, sono militari che hanno riportato gravi lesioni durante operazioni belliche. La manifestazione si ispira ai Warrior Games, un evento simile organizzato negli Stati Uniti e vedrà i nostri militari italiani competere in nove diverse discipline paralimpiche, tra cui basket in carrozzina, sitting, volleyball e indoor rowing. A guidare la delegazione italiana sarà Gianfranco Paglia, medaglia d’oro al Valor Militare, che dal 1990 è in carrozzella in seguito alle ferite riportate al Chek point “Pasta” do Mogadiscio, in Somalia. Tra le discipline il rugby, il tiro con l’arco, il nuoto e il sollevamento pesi. Gli Invictus Games sono il frutto di un’idea del principe Henry del Galles, che ha voluto incontrare, durante la sua visita in Italia, i nostri militari feriti.

Gli Invictus Games e l’azione dei nostri militari

Lo Stato Maggiore della Difesa, su chiare indicazioni dei vertici politici e militari, nel gennaio del 2014, creò una sezione di «Promozione e Sviluppo dell‘Attività Sportiva per il Personale Disabile della Difesa». Il progetto è rivolto al personale militare delle quattro Forze Armate che ha riportato lesioni permanenti e invalidanti durante il servizio. Questi militari, tra i quali molti continuano ancora a vestire l’uniforme, con le loro gesta e le loro storie, rappresentano un chiaro esempio di lealtà e sacrificio per tutti gli italiani. Attraverso la pratica dell’attività sportiva paralimpica si vuole incrementare l’opportunità di sviluppo e di integrazione, valorizzando lo spirito di corpo e il senso di appartenenza alle Forze Armate e alle Istituzioni. I valori? Patriottismo, uguaglianza, fratellanza, rispetto, altruimso, lealtà, amicizia, coraggio, sacrificio, impegno, passione, spirito di appartenenza.

I link del video: http://youtu.be/6MmjLO3z42Mhttps://vimeo.com/159207307