Sfida tra parenti e fidanzate vip: e il congresso dei giovani Pd finisce in rissa

Grida, risse, contestazioni. In pochi metri quadrati di una sezione di partito, il congresso regionale dei Giovani Pd della Campania s’è trasformato in un ring dove i militanti junior del partito di Renzi si contendevano la poltrona della segreteria, dopo le dimissioni di Antonella Pepe. Candidati erano Pasquale Stellato, vicesegretario del Pd di Caserta e figlio della deputata Camilla Sgambato e dell’ex consigliere regionale Giuseppe Stellato, e Francesca Scarpato, fidanzata del segretario provinciale del Gd di Napoli, Marco Sarracino, già candidato anche alle primarie per la scelta del candidato sindaco di Napoli. Nella sala dove si svolgeva il congresso s’è visto e sentito di tutto (qui il link al video): dopo i primi tumulti, il delegato nazionale Michele Masulli ha cominciato a scappare tra le stanze della federazione, poi è scoppiato il caos dei ragazzi indignati per il modo di gestire il congresso.

L’addio di 2300 giovani Pd

Già in mattinata  2300 iscritti ai Giovani Democratici avevano annunciato, in una lunga e durissima lettera fatta recapitare ai vertici nazionali del Partito, il loro addio all’organizzazione giovanile del Pd. «Ci sentiamo traditi: un’organizzazione nazionale che legittima la convocazione di un congresso regionale in questo modo, non può più rappresentarci. Un congresso in cui pare sia impossibile fare sì che la maggioranza degli iscritti possa scegliere il proprio segretario regionale. Pensate se all’ultimo congresso del Pd, Renzi avesse avuto la maggioranza dei voti assoluti ma la minoranza dei delegati a causa della mancanza della certezza del diritto: ecco la situazione della nostra regione», hanno scritto.