Germania: dopo gli stupri dei migranti, orari diversi in piscina tra uomini e donne

La Germania è ancora sotto choc  per gli stupri, le violenze e le molestie avvenute a Colonia durante la notte di Capodonno a opera di una torma di immigrati ubriachi. Così il ripetersi dei casi di violenza viene semepre meno tollerata. E accadono cose e si prendono soluzioni incredibili. Accade così che, all’ acquapark di Norderstedt, nel Nord della Germania, i responsabili della struttura di sport e di svago decidano la  circolazione alternata in piscina tra uomini e donne. È la soluzione adottata dopo la violenza sessuale subita domenica scorsa da due ragazze da parte di due giovani afghani. Lo ha reso noto un portavoce del comune, specificando che la misura verrà adottata per due attrazioni dello stabilimento: lo scivolo e il canale acquatico. In dettaglio, saranno introdotte fasce orarie in cui l’utilizzo verrà riservato solo a donne e bambini e interdetto agli uomini. In queste zone, nascoste all’occhio degli uomini della sicurezza, il rischio di molestie è maggiore. In più, proprio la security sarà rafforzata con tre nuove assunzioni. «I nuovi addetti – ha aggiunto il portavoce – non resteranno ai bordi della piscina, ma nuoteranno, scenderanno per gli scivoli, si stenderanno sulle sdraio, insomma saranno in mezzo alla gente e potranno controllare meglio». Accade in Germania nel 2016. Accade in una Germania impaurita e arrabbiata.