Francesco Totti umiliato, pure Pallotta gli dice addio. E lui prepara la vendetta

Amareggiato è dir poco. Deluso. Più che deluso. Ferito. Umiliato. Francesco Totti è rimasto spiazzato dalle dichiarazioni di Pallotta. Come riporta il Corriere dello Sport le prime, parzialmente rettificate dall’ufficio stampa, erano già state poco gradite, turbando il campione giallorosso. Quelle successive non hanno lasciato più dubbi; per il presidente della Roma la bandiera Totti dovrebbe smettere di giocare.

La delusione di Francesco Totti

Non gliel’ha ancora detto chiaramente, ma le parole sono state fin troppo chiare: «Il suo corpo non gli permette di giocare allo stesso modo di prima». Su questo Francesco Totti non è d’accordo. Si sente bene fisicamente, non vuole un altro contratto come premio alla carriera, ma si sente in grado di andare ancora avanti, da calciatore. Quanta sofferenza in queste settimane seduto in panchina, il capitano si sente ancora in grado di fare la differenza. In questa stagione il suo ruolo è stato assolutamente marginale anche perché un lungo infortunio muscolare lo ha costretto a restare fermo per più di tre mesi. Solo 227 minuti in campionato, appena 19 quelli in Champions. E le speranze di avere più spazio in queste ultime setitmane sono poche, anche perché Francesco Totti ha un risentimento alla gamba sinistra e potrebbe non essere disponibile per la partita contro l’Inter. E l’amarezza potrebbe farlo volare negli States., dove potrebbe consumare la vendetta calcistica.