D’Alema può “rottamare” Renzi. Ecco il sondaggio che lo dimostra

Massimo D’Alema non solo spinge per la scissione da Renzi, ma è anche il leader che potrebbe soffiargli la poltrona di segretario dei democratici. Tra gli esponenti della minoranza Pd, infatti, ad avere maggiori chance di competere con il premier per la guida della segreteria del partito è l’ex presidente del Consiglio. Lo rivela un sondaggio di Scenari Politici condotto per l’Huffingont Post.

Il sondaggio: D’Alema può “rottamare” Renzi

Scenari Politici ha chiesto a un campione di elettori del Pd chi potrebbe essere quel candidato che in caso di primarie per la segretaria nazionale potrebbe contendersi il vertice esecutivo del partito. E i risultati dimostrano che Renzi anche all’interno del partito nuota in brutte acque. Il 28,2 per cento degli intervistati considera D’Alema in grado di rottamare il premier. A seguire c’è il governatore della Toscana Enrico Rossi, che ha raccolto il 26 per cento delle preferenze. Sul terzo gradino del podio c’è l’ex segretario Pier Luigi Bersani con il 19,4 per cento di preferenze. Roberto Speranza, da molti indicato in un primo momento come uomo di spicco su cui la minoranza Pd potrebbe puntare in vista di eventuali primarie nel partito, raccoglie invece solo 14,3 per cento. Dietro di lui, con percentuali più basse, ci sono l’ex presidente del Pd Gianni Cuperlo, il ministro della Giustizia Andrea Orlando e il ministro per le Politiche agricole Maurizio Martina.  Scenari Politici ha chiesto poi agli intervistati quanta fiducia ripongono in Renzi e i risultati per l’operato del premier sono scadenti. Il 44,5% degli intervistati non ha nessuna fiducia.  Il 22,7 ha poca fiducia, “molta” solo un 17,1% e “abbastanza” il restante 13 per cento. Il 2,7 non sa.