Crocetta bocciato senza appello: solo l’11,8 per cento dei siciliani lo sostiene

Crocetta Rosario, presidente della Regione Sicilia, piace l’11,8 per cento dei siciliani. Che, perciò, sono degli eroi. Oppure solo masochisti. Questione di gusti. Perchè quell’11,8 per cento è un dato che fa riflettere. È la percentuale di chi ancora promuove Crocetta. Di chi pensa che Crocetta di nome e Rosario di cognome non sia un danno evidente, un cataclisma, una sciagura senza fine. No, loro -questa particolare e minoritaria fauna di siciliani- sembra siano convinti che il dramma dei drammi, l’uomo (senza offesa!) capace di incartare il nulla e distribuirlo, colui che osannato come portatore di un nuovo inizio si è tramutato nel peggiore interprete del vecchio andazzo, meriti un voto positivo. Cosicchè, l’11,8 per cento degli abitanti dell’Isola, secondo l’indagine demoscopica commissionata dalla Regione medesima, approva l’operato di Crocetta Rosario. Certo, poco o niente se si valuta il dato numerico in se. Praticamente un disastro. Ma, tanto, tantissimo se si considera la catastrofe quotidiana in cui l’isola si dibatte. Inconsapevoli, eroi o masochisti che siano, questa percentuale di isolani merita perciò la nostra attenzione. Perchè fauna rara. Refrattaria alla verità dei fatti o soltanto alla loro conoscenza. Fauna non scalfita né preoccupata dalla manifesta incapacità gestionale di Crocetta Rosario, ma probabilmente affascinata o rintontita dall’abilità del gaio Governatore nel posizionarsi sempre a favore di vento. E nel rimanere incollato a quella sua poltrona, strappata con appena il 30 per cento del voto espresso, a prescindere dalle maggioranze d’aula. Poltrona che per lui dev’essere assurta a qualcosa di simile alla corona che misero in capo a Bonaparte: guai chi gliela tocca! Per questa fetta, seppur minoritaria Crocetta Rosario è un’icona. È un modo di essere. Ed ha perciò i suoi supporters. La sua curva di fedelissimi. Gente che se ne fotte di quell’82 per cento ed oltre che sta col pollice verso e sacramenta ogni santo giorno contro l’attuale inquilino di Palazzo dei Normanni. A quell’11,8 per cento di eroi o di masochisti Crocetta Rosario piace. Perciò buona Pasqua anche a loro. E a tutta la Sicilia che soffre.