Boschi tiene una lezione alla Sapienza. Dura contestazione degli studenti

Fuori programma alla Sapienza, dove il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, è stata duramente contestata da un gruppo di studenti. La trentacinquenne ministro Boschi è intervenuta per tenere una lezione sulla riforma costituzionale. Un gruppo di studenti ha protestato sonoramente, all’interno dell’ateneo, davanti all’ingresso dell’aula Tarantelli. I giovani hanno anche esposto uno striscione dalla scritta: «La democrazia non chiede il permesso no alla censura no alla riforma costituzionale».

La lezione universitaria della Boschi sulla “riforma costituzionale”

All’esterno dell’aula Tarantelli diversi slogan contro il ministro delle Riforme e contro il governo sono stati gridati dagli studenti, che ne hanno contestato la presenza, ricordando anche lo scandalo di Banca Etruria che vede coinvolto il padre. La lezione del ministro è stata introdotta dal rettore che ha ricordato il grave incidente in Spagna degli studenti Erasmus, tra i quali anche una studentessa di Economia della Sapienza e la giovane nipote del prorettore. La rivendicazione della protesta, dopo pochi minuti, è stata pubblicata sulla pagina Facebook dei Giovani comunisti di Roma. Sotto alla foto dello striscione esposto nell’aula Tarantelli, la frase: “Uniti si vince”.