Berlusconi tira dritto: “Avanti con Bertolaso. I risultati arriveranno”

Berlusconi non sa più come dirlo ma lo ripete in tutte le salse: «Ma quale ticket? Il candidato resta Bertolaso. Punto e basta». Nessun tandem con Marchini, quindi, E nessun ripensamento su mister Emergenze. Lo ha detto privatamente ai suoi l’altra sera: «Io mi sono impegnato in prima persona per Bertolaso. Ci ho messo la faccia e continuerò a farlo anche nelle prossime settimane. Fatelo anche voi – ha detto agli azzurri laziali – Occorre lavorare pancia a terra e vedrete che i risultati arriveranno. Anche perché, visitando il comitato elettorale di Bertolaso mi sono persuaso che con lui lavora gente molto in gamba», si legge su “il Giornale”.

Berlusconi: «Sono gli altri che hanno fatto un’inversione a “U”, non io»

È vero, però, che i sondaggi usciti fino ad ora non sono entusiasmanti e danno tutti davanti la Meloni. Sul tema, tuttavia, non c’è ancora chiarezza. C’è chi sostiene che il Cavaliere abbia commissionato un’analisi su Roma soltanto ieri; c’è però chi smentisce questa voce e assicura che prima di Pasqua non verrà fatto alcun sondaggio in merito. In ogni caso Berlusconi, tornato ieri sera ad Arcore, conferma la sua linea e non intende spostarsi di un millimetro. Lo facciano gli altri: «Sono loro che hanno fatto un’inversione a “U”, non io». Questo il pensiero dell’ex premier: «Vado avanti su Guido Bertolaso, nessun dubbio – ribadisce in un’intervista a Tele Radio Stereo e non vedo come un romano, con la testa sulle spalle, non possa avere questa straordinaria possibilità nell’interesse di Roma». Non solo: «Sono anche intimamente convinto che i romani non possano che vedere l’enorme distanza che c’è tra le capacità di Bertolaso e quelle degli altri candidati messi in campo dagli altri partiti». Quindi ricorda: «Bertolaso era il nostro comune candidato, poi Meloni e Salvini hanno detto una cosa e ne hanno fatto un’altra, facendo una cosa da non credere», La speranza è che siano Meloni e Salvini a cambiare idea anche per non compromettere la futura alleanza a livello nazionale e nelle altre città che andranno al voto.

A Roma è ancora tutto in alto mare

A questo proposito il Cavaliere si sta occupando anche di Bolzano, città che andrà al voto l’8 maggio. Anche qui, tuttavia, c’è stallo con una sfida tutta intema al centrodestra. I candidati in pectore sono due: uno è Mario Tagnin, medico e sponsorizzato da Elisabetta Gardini, commissario di Forza Italia per il Trentino Alto Adige. L’altro è l’avvocato Igor Janes, lanciato invece dalla bolzanina Michaela Biancofiore. Pare che Janes abbia molte più probabilità di vittoria del primo e si cerca l’accordo anche con la Lega e Fratelli d’Italia. Peccato, però, che il clima con gli alleati rimanga a temperature polari.