Battaglia a Bruxelles: un terrorista ucciso, quattro agenti feriti

Giornata di sparatorie a Bruxelles in una operazione antiterrorismo condotta congiuntamente dalle polizie belga e francese. Il bilancio a fine giornata è  di quattro agenti feriti, un terrorista ucciso, un altro accerchiato. Nel pomeriggio la prima sparatoria in una strada del comune di Forest. In zona sono subito affluite  ingenti forze di polizia.Il quartiere è  stato immeditamente chiuso al pubblico e al traffico. La sparatoria a Bruxelles ha avuto luogo in concomitanza di una operazione antiterrorismo condotta dalla polizia federale  di  Bruxelles coadiuvata da agenti della polizia francese. Nel corso dello scontro a fuoco, in base alle prime testimonianze raccolte dai media belgi, sarebbe stati impiegati dei kalashnikov. Due terroristi all’inizio sono riusciti a fuggire e due poliziotti sono  rimasti leggermente feriti. Lo scontro a fuoco  è avvenuto nell’ambito delle indagini sugli attentati di Parigi. Secondo quanto ha riferito la procura, i poliziotti stavano effettuando una perquisizione. Alcuni media, che hanno citato testimoni sul posto,  hanno riferito la presenza di agenti della Brigata criminale francese in azione. Fonti alla tv francese Bfm hanno poi rivelato che l’operazione antiterrorsimo di Bruxelles “non era legata a Salah Abdeslam“, il principale ricercato dopo gli attentati di Parigi del 13 novembre.

Nuovi colpi di arma da fuoco sono stati poi  avvertiti sempre  a Forest. Secondo quanto riportano La Libre Belgique e la Dernière Heure , altri due  poliziotti sono stati colpiti, portando a quattro i feriti tra le forze dell’ordine, di cui uno grave. In un appartamento della zona si erano asserragliati due terroristi.  Dopo le 18.00 è stato lanciato l’assalto ai due jihadisti. Nel blitz è rimasto ucciso uno dei terroristi, metre l’altro è stato circondat .Decine di bambini sono rimasti bloccati per tutto il pomeriggio in quattro scuole  – tra cui due asili – che si trovano in prossimità dell’area dove sono avvenuti i due scontri a fuoco. Solo dopo dalcune ore le scuole sono state completamente evacuate e i piccoli -hanno potuto riabbracciare i genitori. Bruxelles ha vissuto davvero una giornata di panico.