Assesta un colpo di katana e uccide il convivente. Arrestata donna a Milano

Tenere una katana in casa può essere molto pericoloso. Perchè la katana è una tradizionale, affilatissima spada giapponese. Un’arma pericolosissima. Che se non la si sa maneggiare con cura, può provocare danni irreparabili. Nel caso in questione c’è scappato il morto. Una tragedia accaduta in un condominio a Milano. Che parrebbe essere stata generata con ogni probabilità da una lite familiare. Sicuramente da un eccesso d’ira. La cronaca dei fatti racconta di una donna che ha ferito mortalmente il convivente con un colpo di katana, al termine di una lite.  L’uomo, vittima della spada nipponica, trasportato d’urgenza all’ospedale per una grave ferita a una gamba, è deceduto poco dopo l’arrivo al pronto soccorso. La donna, trovata ancora all’interno dell’appartamento della coppia in stato sicuramente confusionale, è stata trasferita negli uffici di polizia dove è stata interrogata al fine di comprendere la esatta dinamica che ha portato al ferimento del convivente. Secondo quanto precisato dalla polizia, che è intervenuta sul posto, in via Filippo Carcano, nella zona est del centro cittadino, la chiamata al 118 è giunta intorno alle 15. L’uomo poi deceduto, di 40 anni, è stato colpito con una piccola spada giapponese, con una lama di circa 30 centimetri, a una gamba. Il fendente, ha evidentemente reciso l’arteria femorale, tantè che le condizioni del ferito sono parse subito gravissime ai soccorritori.