Alunni in gita al “matrimonio” gay, FdI offre assistenza legale ai genitori

Assistenza legale gratuita ai genitori di quei ragazzi che sono stati costretti ad andare in gita alle prime “nozze” gay di Montevarchi. La offre Fratelli d’Italia, dopo che gli studenti del Comune toscano, in occasione dell’8 marzo, sono stati portati ad assistere alla trascrizione della prima unione civile omosessuale nel nuovo registro istituito dal municipio.

FdI risponde alle segnalazioni dei genitori

A illustrare l’iniziativa è stato il capogruppo in Regione Giovanni Donzelli, già autore della denuncia politica sul caso. La decisione di assistere legalmente i genitori, ha spiegato, è stata presa «dopo aver ricevuto alcune segnalazioni, fra le quali una testimonianza di un genitore che ha denunciato di essere stato informato che il figlio avrebbe assistito a un “film didattico”, ma di non sapere che avrebbe partecipato alla cerimonia». Il riferimento era al documentario Lei disse sì, sulla storia di due donne che si sono sposate in Svezia.

I genitori di Montevarchi traditi dalla scuola

«Siamo di fronte a un episodio grave: un genitore ha il diritto di sapere dove viene portato il figlio, la scuola ha mentito e chi deciderà di agire legalmente avrà l’aiuto da parte nostra», ha sottolineato Donzelli.