Viktor Orban rilancia il “muro” anti-immigrati, l’eurosinistra si scatena

«La Grecia ha fallito nella difesa dei confini Schengen dall’immigrazione di massa, quindi i paesi del gruppo Visegrad devono attuare un piano B, con la costruzione di un muro sul confine sud di Bulgaria e Macedonia». Viktor Orban, premier ungherese, è tornato sulla sua vecchia idea, quella di costruire un muro per difendere dall’immigrazione clandestina e di massa il suo Paese. La sede in cui è tornato a proporre «un’altra linea di difesa» è stata quella ufficialissima del Parlamento. Orban, premier del suo Paese dal maggio 2010, è considerato il leader europeo più “di destra” e, come tale, è stato fatto oggetto di vignette, graffiti offensivi e, pian piano, sta diventando un “simbolo”. Alle ultime elezioni ha incassato oltre il 44 per cento dei voti, anche grazie alla sua ricetta economica, che ha fatto diminuire la disoccupazione. Ecco le sue immagini e come lo vedono i suoi detrattori.

Le foto di Viktor Orban: