Svizzera, gemelle siamesi di 8 giorni separate. Primo caso al mondo

Erano gemelle siamesi. E un tempo lo erano per sempre. Oggi, per fortuna, non più. Così accade che un team dell’ospedale svizzero di Berna sia riuscito a separare due gemelle siamesi ad appena otto giorni di vita. L’intervento eseguito lo scorso 10 dicembre, spiega il comunicato dell’ospedale, è il primo mai eseguito su neonati così piccoli, e ora le due gemelle sono in terapia intensiva. Le due bimbe, insieme a una terza sorella, sono nate il 2 dicembre scorso unite per il fegato e parte del torace, e insieme pesavano 2,2 chilogrammi. L’intervento per separare le gemelle siamesi, eseguito insieme a un team dell’ospedale di Ginevra, è durato circa cinque ore. Intervento che si è reso necessario perchè una delle due sorelline aveva un eccesso di sangue e la pressione alta, mentre la seconda mostrava i sintomi inversi. Dopo il primo intervento le gemelle siamesi ne hanno subiti altri per richiudere gradualmente le pareti addominali, e ora sono in terapia intensiva, dove secondo l’ospedale ‘stanno crescendo abbastanza bene”. “Il perfetto lavoro di medici e infermiere di varie discipline è stato la chiave del successo – afferma Steffen Berger, il capo dello staff  che ha realizzato la complessa operazione -. Siamo molto felici che le bimbe e i genitori ora stiano così bene”.