Strage in Michigan, America sotto choc : uccisi 7 passanti, arrestato il killer

Ennesima strage negli States perpetrata in modo “casuale”: almeno sette persone, tra cui un’adolescente, sono state uccise e tre ferite in quella che la polizia descrive come una serie di sparatorie casuali nella città di Kalamazoo, nel Michigan. Tre dei feriti sono in gravi condizioni. La caccia all’uomo nei confronti di un sospetto descritto dalla polizia come un bianco di circa 50 anni è scattata immediatamente. Kalamazoo, non lontano dalla capitale dello Stato Lansing, è anche sede di un’università e di un college. Ha circa ottantamila abitanti. Il sospetto, ha detto il vice sceriffo della contea, Paul Matyas, è fuggito a bordo di un’auto scura, un suv Chevrolet, forse blu. Le sparatorie sono iniziate sabato pomeriggio, verso le sei (locale), quando una donna è stata colpita quattro volte, riferisce la Cnn. Poco dopo le 10, sono state colpite tre persone, due delle quali sono poi morte, nel parcheggio di un ristorante. Quattro persone sono quindi state uccise nel parcheggio di un concessionario Ford auto. Tra i feriti, in condizioni critiche, c’è anche un bambino. La polizia, ha aggiunto Matyas, non ritiene che siano state mirate delle persone in particolare, ma che il fuoco sia stato piuttosto aperto a caso contro degli ignari passanti. “Questo è lo scenario peggiore, sono omicidi a caso”, ha detto.

L’autore della strage arrestato poche ore dopo

Poche ore dopo il sospetto responsabile della serie di sparatorie è stato arrestato. Lo rende noto la polizia. La polizia, riferiscono fonti di stampa locali, è riuscita a individuare il sospetto grazie alla descrizione di alcuni testimoni oculari delle sparatorie e grazie alle immagini di alcune telecamere di sorveglianza. L’uomo è stato poi localizzato nel centro della città e la polizia è riuscita a fermarlo senza troppi problemi, scrive nel suo sito online l’emittente tv locale Wwmt, secondo cui non è ancora chiaro se a bordo dell’auto dell’uomo fermato sia stata rinvenuta un’arma. Il sospetto, aggiunge la stessa fonte, viene ora interrogato dalla polizia, che si dice certa di aver preso la persona giusta. Altre fonti riferiscono invece che nell’auto dell’uomo arrestato sono state trovate delle armi. Al momento dell’arresto, avvenuto all’una di notte, l’uomo – che ha 45 anni circa – era fermo al semaforo alla guida della sua auto. Non ha opposto resistenza. Alla domanda se la persona fermata sia il responsabile delle sparatorie, in cui sono morte almeno sette persone, il portavoce della polizia della contea, Paul Matyas ha risposto che “la minaccia per il pubblico è cessata. Abbiamo il nostro sospettato”.