Sondaggio da incubo per Giachetti: a sinistra lo voterà solo un elettore su 4

FacebookPrintCondividi

La rivelazione è del quotidiano “Repubblica“, che nelle pagine romane svela un retroscena inquietante per il centrosinistra: l’esistenza di un sondaggio riservato del Pd che metterebbe in serio imbarazzo il candidato renziano Roberto Giachetti, alle prese con le primarie ufficiali e con l’incubo di una discesa in campo, con una lista civica, dell’ex sindaco Ignazio Marino. Secondo una rilevazione effettuata mediante interviste telefoniche, riferisce Repubblica, tra mille romani che si dichiarano elettori di centrosinistra un terzo di loro si è espresso per l’astensione, a prescindere da chi vincerà le primarie. Giachetti ha invece raccolto il 25,8% dei consensi, Marino il 18%, Stefano Fassina il 14,3 e Roberto Morassut il 6,6.

Giachetti proiettato verso un flop elettorale

Secondo le proiezioni degli stessi vertici del Pd romano, il 26% raccolto alle primarie da Giachetti varebbe un misero 12% alle amministrative, con un piccolo aiutino dall’eventuale convergenza di Morassut con il suo 7%. Ma da Marino e Fassina certo non c’è da aspettarsi grande supporto, anzi, solo insidie. Ecco perché Giachetti, da ieri, procede al buio in attesa di capire chi saranno i suoi aversari e di scoprire in che modo uscireda quel semi-anonimato che caratterizza la sua partecipazione alla sfida per il Campidogli, perfino tra i suoi concittadini del Pd e di centrosinistra. Preoccupa la presenza ma Marino, ma ancor di più l’enorme numero di astensionisti annunciati dal sondaggio.