Sedicenne accoltellato in un tentativo di rapina: «È stato uno straniero»

È ancora confuso il quadro dell’aggressione che avrebbe subito alle prime ore del mattino un sedicenne accoltellato alla Stazione Centrale di Milano. A quanto riferito dalla stessa vittima, il giovane avrebbe subito un tentativo di rapina mentre, come ogni mattina, si recava a scuola. Picchiato e colpito di striscio con un’arma di taglio, il ragazzo non sarebbe in pericolo di vita.

Sedicenne accoltellato a Milano in un tentativo di rapina

E la ricostruzione degli eventi si deve proprio al sedicenne aggredito in stazione: a quanto riferito alle forze dell’ordine al lavoro sul caso, dunque, appena sceso dal treno che come tutti i giorni lo ha portato a Milano, il ragazzo si sarebbe indirizzato verso la toilette dove sarebbe stato avvicinato da un uomo, a detta del sedicenne preso di mira uno straniero, che a quel punto gli avrebbe intimato di consegnare tutto quanto in quel momento in suo possesso: cellulare e soldi. Il giovane però avrebbe reagito, tanto da veniere picchiato, prima, e accoltellato, poi.

La ricostruzione della vicenda fatta dalla vittima dell’aggressione

A quel punto, sempre secondo le prime informazioni sulla dinamica dei fatti fornite dal sedicenne stesso, il ragazzo avrebbe provato a raggiungere la scuola, l’istituto dei Salesiani che si trova non distante dalla stazione, in via Copernico. Lì il sedicenne ha chiesto aiuto a una pattuglia di militari che hanno immediatamente chiamato il 118. Alla polizia il giovane ha raccontato di essere arrivato in treno come ogni mattina intorno alle 8, e di essersi recato nelle toilette della stazione, dove poi sarebbe avvenuta l’aggressione con accoltellamento. Il giovane è stato quindi trasportato in codice giallo al Niguarda, dove gli hanno poi riscontrato ferite di striscio all’addome laterale e a una gamba.