La rivincita del vecchio libro di carta: Amazon aprirà 400 librerie “fisiche”

Amazon, la libreria “virtuale” più famosa del mondo, scommette sulle librerie reali, su veri negozi in cui vendere libri tradizionali e Kindle. Lo riporta il Wall Street Journal. L’obiettivo è aprire fino a 400 librerie, consentendo ai clienti di Amazon di sfogliare materialmente i libri prima di acquistarli. Ma anche colmare il gap con gli altri competitor: se online Amazon non sembra avere rivali, quello che manca al colosso è l’immediatezza dello shopping, ovvero consentire ai clienti di mettere subito mano sull’oggetto del desiderio. Amazon ha lanciato di recente la consegna in un’ora in 20 città americane per sopperire alla mancanza.

Siamo dinanzi alla rivincita del libro di carta e delle tradizionali librerie? E’ ancora presto per dirlo ma è certo che il mercato del libro di carta è tutt’altro che in estinzione. “Barnes & Nobles – sottolinea La Stampa – la prima catena americana, ha ancora 640 negozi, anche se negli ultimi tempi ne ha chiusi circa venti all’anno. Waterstones, il secondo operatore, ha appena annunciato il primo risultato positivo dagli anni precedenti alla grande crisi. Ancora, negli Stati Uniti e in Europa stanno fiorendo migliaia di piccole librerie”. L’e-book non sostituirà dunque, almeno per il momento, il vecchio libro cartaceo.