Rita Dalla Chiesa: io sindaco? Faccio un altro mestiere

Fratelli d’Italia ha suggerito la candidatura di Rita Dalla Chiesa a Roma, e l’interessata reagisce così: è lusingata ma indecisa. “Sono nel panico”, ha ammesso in un’intervista a Effetto giorno su Radio 24, facendo presente che per un incarico così impegnativo come guidare la capitale, peraltro ridotta in condizioni pessime, “servono le palle quadrate”. E poi – ha sottolineato Rita Dalla Chiesa- “non ho mai fatto politica”, o meglio, “forse qualche volta l’ho fatta in tv esprimendo le mie opinioni”. “Non voglio palare di rifiuto – ha spiegato ancora – piuttosto mi sfilo. Ringrazio della proposta ma il mio mestiere è un altro, la politica mi è sempre interessata come cittadina, ma non ci si butta a casaccio in un impegno più grande di noi con una città come Roma”

Quanto a Salvini – che ha disertato il vertice romano sul candidato del centrodestra – la conduttrice Tv ha detto che il leader della Lega è una persona che le piace e si è detta contenta del fatto che la contrarietà manifestata dell’esponente leghista non sia stata espressa sul suo nome ma sul “metodo” adottato. In ogni caso il vertice previsto tra Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni è stato rinviato. E di conseguenza anche il previsto incontro tra Berlusconi e Rita Dalla Chiesa non ha avuto luogo. Di comune accordo, spiegano fonti del centrodestra, i tre leader hanno deciso di rinviare la riunione di qualche giorno. La definizione delle candidature infatti è tutt’altro che semplice. Oltre al nome di Rita Dalla Chiesa continua a essere in campo  quello di Guido Bertolaso mentre una parte degli azzurri continua a sperare che alla fine si converga su Alfio Marchini, nome sgradito a Fratelli d’Italia.

E Berlusconi non ha visto Salvini e Meloni ma ha incontrato Francesco Storace, il quale per ora non ha ritirato la sua candidatura (che Gianfranco Fini in un’intervista ha definito “credibile”): “L’ho visto – ha raccontato Storace –  e gli ho chiesto di fare le primarie, scelga il popolo il nostro candidato per Roma: è l’unica strada per vincere uniti”.