Renzi su Fb: «Qual è la priorità?». Risposta in coro: «Che te ne vai a casa»

FacebookPrintCondividi
«Buongiorno. Qui trovate ventiquattro slide sui primi ventiquattro mesi di governo. Siamo a metà del cammino, mancano ancora due anni. Qual è per voi la priorità? Qual è secondo voi la riforma più urgente, adesso?». Quello sul profilo personale di Facebook doveva essere un sondaggio illuminante per il governo, grazie alle slides e agli spunti forniti dal  presidente del consiglio Matteo Renzi. S’è trasformato, invece, in un coro di sfottò e inviti ad andare a casa, con pochi sugggerimentiutili, se non quelli relativi alla riforma della sanità falcidiata dai tagli del governo, fisco, scuola e privilegi. A due  anni dal giuramento del suo governo, la risposta degli italiani più gettonata è stata: «Vai a casa». Ma non sono mancati riferimenti alle tasse, “aumentale, giusto per fare qualcosa di nuovo…», «Investimenti pubblici per creare lavoro nelle infrastrutture», «Abolire il precariato a fatti non a chiacchiere!», «Il lavoro che non esiste più? La burocrazia che sta affondando l italia questo deve fare il signor renzi! Ridarci la nostra dignità il resto puo aspettare»,  «Le urne!!»,  «Una informazione corretta, libera e non dettata dal pensiero unico del governo», ««Due: riforma della giustizia e certezza del credito (il provvedimento sul pignoramento che è stato escluso dal DDL bad bank all’ultimo minuto)», «Distruggere le mafie tramite legalizzazione droghe leggere e vera strategia riduzione del danno»,  «Togliere i vitalizi i signori che stanno al palazzo devono versare i contributi come tutti i comuni mortali perché loro stanno là per fare il bene del paese non per i loro ingressi», Con le tue slides ci si pulisce…», »Una cosa da fare, vai a casa…», «Subito al voto. La nave è semi sommersa». E le 24 slides? In pochi le hanno guardate.