Rampelli: «Tutti contro FdI. La nostra sfida è per il governo di Roma»

«Da due giorni si è armata una guerra senza esclusione di colpi contro Bertolaso e FdI-An , con una violenza inaudita, probabilmente tesa a provocare una nostra reazione. Che non ci sarà, perché la nostra sfida è per il governo di Roma e non per il capobanda della piazzetta». È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli. «Dalla sinistra alla destra estreme, passando ovviamente per il centro, c’è una convergenza di interessi mai vista prima contro di noi: Fassina, Morassut, Alfano, Cicchitto, Fitto, Alemanno, Fini, Storace -aggiunge- A cui si dovrebbero aggiungere nomi di banchieri, direttori di testata, industriali e lobbisti. Dobbiamo averla fatta davvero grossa a smontare i mille accordi trasversali tra forze economico/finanziarie e politiche per voler fare una battaglia da persone libere, senza le interferenze di Renzi e del renzismo. Alla luce di questa canea, di tale assalto sguaiato e reiterato, abbiamo tratto più di prima la convinzione di aver fatto la scelta giusta. Il nostro obiettivo è battere al ballottaggio la sinistra e su questo continueremo a lavorare cercando di essere all’altezza della sfida».