Quattro anni fa l’arresto dei marò. Latorre su Fb chiede aiuto a Vasco Rossi

FacebookPrintCondividi

“Voglio trovare un senso a questa storia, anche se questa sera un senso non ce l’ha, voglio trovare un senso a questa vita, anche se questa vita un senso non ce l’ha…”. Parole e musica del video postato su Fb (clicca qui) sono di Vasco Rossi, la storia, purtroppo, è quella di Massimiliano Latorre, che esattamente quattro anni fa veniva portato in carcere con Salvatore Girone con l’accusa – mai provata – di aver ucciso due pescatori indiani cambiati per pirati al largo della coste del Kerala. “Questo accadeva il 19 febbraio 2012, 4 anni fa, cioè quando ci portarono in carcere”, è la frase che accompagna il video montato sul proprio profilo Facebook dal marò Latorre,  attualmente in convalescenza in Italia per motivi di salute dopo aver ottenuto un permesso dalle Autorità indiane, mentre Girone è trattenuto in India.

La solidarietà per Latorre e Girone

Tanti i commenti e le manifestazioni di solidarietà. Antonella Pellegrini scrive: “La vostra composta dignità di fronte a questa assurda ed ingiusta odissea è ammirevole: siete l’orgoglio e la fierezza degli Italiani con la “I” maiuscola. Ho una bellissima bandiera chiusa nell’armadio da 4 anni, sventolava sul mio balcone in determinate occasioni….. ora il mio tricolore è riposto, tornerà a sventolare solo il giorno che sarete liberi con un grande fiocco giallo». Mauro Crudeli: «Le istituzioni vi hanno abbandonato ma gli italiani no!». Annamaria Berardi rivedo queste immagini e l’angoscia per il calvario che vi hanno inflitto e che in qualche modo tutti noi cerchiamo di alleviarvi, mi divora il cuore! forza, insieme riusciremo a vedere di nuovo il sole! un bacione». Su fronte politico, su Twitter Elio Vito, deputato di Forza Italia e membro della commissione Difesa, si indigna: “Quattro anni fa i Marò ingiustamente arrestati in India, Girone è ancora lì, Latorre è qui solo per curare ictus: una vergogna per i nostri governi!”.