Merkel, voci di dimissioni dopo la diffusione del sondaggio choc

Si diffondono le voci di prossime dimissioni di Angela Merkel. Le indisrezioni  sono circolate sui mercati valutari di Tokyo, Seul, Singapore e Sydney, causando forti pressioni sull’euro sceso in Asia a nuovi minimi delle ultime tre settimane nei confronti dello yen e degli ultimi quattro mesi verso la sterlina. La divisa europea ha poi recuperato parte delle perdite all’apertura dei mercati nel Vecchio Continente. Le voci sulle intenzioni  della Mrkel hanno preso il via da un articolo pubblicato da Time Magazine, nel quale si parlava del pessimo inizio d’anno del governo tedesco da settimane al centro di forti polemiche su diverse questioni, prima fra tutte quella dei tagli alle tasse.

La Cancelliera è corsa i ripari: un portavoce dell’Esecutivo ha definito le voci “del tutto prive di fondamento”. Ma i rumors si susseguono a Berlino soprattutto alla luce dei sondaggi choc della tv pubblica Ard realizzato dall’istituto Infratest dimap e riportato sul sito del tg di Ard.  Dalel rilevazioni risulta che consenso per la Merkel  è crollato in un mese di ben 12 punti, il punto più basso dal 2011. Se poi si parla della gestione della crisi dei profughi, l’81% ritiene che il governo non abbia la situazione in pugno. La tendenza si riflette anche sulle intenzioni di voto. Rispetto a un mese fa l’Unione di Cdu e Csu perde quattro punti, scendendo al 35%, mentre il partito anti-immigrati Afd sale al 12%, diventando terza forza del Paese. Inoltre, sempre secondo il sondaggio della tv pubblica Ard, il 61% degli interpellati è poco o per nulla soddisfatto del lavoro della Grosse Koalition.  se la Cdu dovesse perdere le importantissime elezioni regionali previste in primavera. Non è escluso che sia la stessa base del partito, sempre più in sofferenza, a chiedere la testa della Cancelliera.