Lorenzin: “Prima punire l’utero in affitto, poi la legge sulle unioni civili”

«Per stessa ammissione di alcune associazioni Lgbt che si sono espresse con franchezza, la necessità di approvare la stepchild adoption è intimamente connessa alla possibilità che ne deriverebbe di legittimare il ricorso all’utero in affitto. La questione è quindimolto semplice: o si provvede allo stralcio, o si trasforma la pratica della maternità surrogata in reato universale», spiega il Ministro Beatrice Lorenzin a “Il Mattino”.

Lorenzin: l’utero in affitto va punito prima lo stralcio e poi norme severe

«Non possiamo nasconderci che l’adozione del figliastro, così come è stata configurata dalla Cirinnà, apre la strada alla maternità surrogata. Alcune associazioni Lgbt hanno apertamente ammesso che l’approvazione dell’articolo 5 sta loro particolarmente a cuore perché è una scorciatoia che consente di fatto il ricorso all’utero in affitto. Eppure non c’è stata alcuna reazione. Anzi, si è prodotto sul punto un inspiegabile arroccamento».

Stepchild adoption nasconde l’utero in affitto

«Il disegno di legge è nato male perché ha voluto insinuare a forza nella discussione su diritti civili importanti questioni che chiamano in causa la genitorialità e i diritti dei bambini. L’iter della legge si è avvitato in tappe forzate che non hanno tenuto in debito conto le necessarie audizioni in commissione con gli esperti e le perplessità di quanti avevano avvistato da tempo possibili rischi legati all’utero in affitto». Tuttavia, c’è chi , come Roberto Saviano, reputa la pratica non del tutto biasimevole. Obiezione da rigettare? «Va assolutamente ribadito che il corpo della donna non è un forno da accendere e spegnere a piacimento dove cucinare una torta per altri. Intorno a una pratica vergognosa, che umilia il corpo della donna, sono sorti traffici internazionali che speculano sulla disperazione di chi chiede e di chi offre, per trarre guadagni sulla pelle delle persone. Non si mercifica la vita di un bambino. Bisogna levare la voce contro una deriva vergognosa, che trasforma la vita m un supermarket dell’egoismo pieno di aberrazioni come l’abbandono dei bambini imperfetti per contratto».