Un imam alla tv danese: “La donna adultera? Va lapidata” (VIDEO)

 

«Se una donna è sposata, non è vergine e fa sesso con un uomo diverso dal marito, deve essere lapidata a morte». È polemica in Danimarca per le frasi carpite a un imam di una moschea di Aarhus, la seconda città danese. Il religioso, citando la sharia, ovvero la legge islamica, non ha detto solo che le donne adultere dovrebbero essere lapidate. Secondo Abu Bilal Ismail, come mostra un video pubblicato dall’emittente danese Tv2, coloro che abbandonano la loro religione dovrebbero essere giustiziati. Le convinzioni religiose espresse dall’imam, registrate da Tv2 per un documentario, sono state rivolte durante un incontro sulle leggi religiose ad un gruppo di donne durante una riunione nella moschea. La polizia sta indagando per valutare se l’imam possa essere denunciato per le sue dichiarazioni. «È terribile che ci siano persone in Danimarca che predicano queste cose», ha commentato Inger Stojberg, ministro danese per l’Immigrazione e l’integrazione. Il ministro ha anche detto di volere chiudere la moschea di Grimhoj dove Ismail è attivo, pur sottolineando che invece potrebbe rimanere aperta così da restare sulle tracce di personaggi così estremisti.

Un’altra moschea danese difende il “collega”: «Colpa dei giornalisti»

Da parte sua, Oussama El-Saadi, alla guida della moschea di Grimhoj, ha replicato che la moschea segue le leggi danesi e le risposte dell’imam riguardavano quello che lui sapeva riguardo la sharia. A difesa del religioso islamico, El-Saadi se l’è ovviamente presa con i reporter che avevano registrato le dichiarazioni, sostenendo che le affermazioni di Ismail erano in risposta a delle «domande da parte della spia di Tv2». Il quotidiano britannico The Independent ha definito la città di Aahrus “la città danese dove i jihadisti che tornano dalla Siria si sentono i benvenuti”.