Foibe, antifascisti irridono i martiri: “Più mi butti giù, più mi lasci cadere” (Video)

FacebookPrintCondividi


Arriva da Bologna l’nnesimo oltraggio degli antifascisti militanti ai martiri italiani gettati nelle foibe. Nella notte sono state incendiate le corone di fiori depositate sulla lapide commemorativa situata in via Beroaldo, periferia della città. Su questa lapide il gruppo “Antifa Bolognesi”, che ha rivendicato il gesto oltraggioso,  ha infierito, dapprima imbrattandola con vernice bianca e rossa, poi, scrivendo sulla lapide commemorativa la frase ingiuriosa “…e poi mi lasci cadere”, un rimando orribile alla canzone di Giorgia, che fa da sottofondo al video dell’azione diffuso dagli antagonisti dell’ultrasinistra, vicini al collettivo Hobo. L’episodio, è stato segnalato alla Polizia da un residente, che ha visto 4-5 persone allontanarsi velocemente. Sul posto sono giunti anche i vigili del fuoco e la scientifica. Non c’è pace su questa lapide dove già nel Giorno del Ricordo i ragazzi di  Casapound avevano deposto la corona di fiori che è stata poi bruciata. Già quel giorno ci furono contestazioni di antifascisti e anarchici contro chi intendeva ricordare gli italiani a lungo dimenticati, caduti nelle foibe per mano dei partigiani di Tito. «Plurimi e preoccupanti gesti di intolleranza che vanno stroncati sul nascere individuando e punendo gli autori», dice il procuratore aggiunto di Bologna, Valter Giovannini. Gli antagonisti del gruppo Antifa Bologna hanno anche avuto il coraggio di filmare lo scempio.