Giovanardi: “Grasso servo sciocco”. La replica: i suoi insulti sono una medaglia

Scintille nell’aula del Senato tra il presidente Pietro Grasso e l’esponente Ncd Carlo Giovanardi. Giovanardi attacca il presidente del Senato e questi replica laconico: “Le sue offese sono una medaglia”. Il botta è risposta è avvenuto dopo che Grasso ha negato il voto segreto sulla richiesta di non passaggio agli articoli per il ddl Cirinnà sulle unioni civili. Intervenuto dopo la decisione di Grasso, Giovanardi ha prima criticato nel merito tale scelta, per poi attaccare sul piano personale il presidente del Senato: “Ma quando faceva il magistrato faceva cosi? Il compito del presidenza non è di tutelare una maggioranza. Lei fa il servo sciocco della maggioranza e non tutela la minoranza e su una materia cosi’ importante. Che il parlamento non si possa esprimere su temi così delicati è una vergogna”. “Senatore Giovanardi – ha replicato Grasso – le sue offese per me sono una medaglia”. Un botta e risposta che di certo non aiuta a ristabilire quel clima di serenità necessario al dibattito su un tema così delicato.