La folla assale un bus di migranti. Accade in Germania (VIDEO)

 

Un centinaio di manifestanti hanno cercato di bloccare l’arrivo di un bus di migranti diretto in un centro di accoglienza di Clausnitz, in Sassonia. I manifestanti, al grido di “Noi siamo il popolo” (lo slogan dei tedeschi della Ddr contro il regime comunista fatto proprio dal movimento di estrema destra Pegida) hanno paralizzato la zona, impedendo ai migranti di scendere dalla corriera, fino all’arrivo delle forze dell’ordine. Uno dei manifestanti ha realizzato un video, postato su Facebook e diventato virale in Rete, dove si vedono alcune delle persone sul bus (donne e bambini) in lacrime e terrorizzate dai manifestanti. Le autorità tedesche hanno avviato un’indagine a tappeto per identificare i manifestanti, cercando di minimizzare l’accaduto. Dodici persone sono indagate per violazione della legge sulla libertà di riunione. Sui media tedeschi è sotto accusa anche la polizia per avere trasportato con eccessiva foga i migranti, inclusi alcuni minorenni. Il capo della polizia locale, Uwe Reissman, ha spiegato che ciò si è reso necessario perché dal bus gli stessi immigrati stavano facendo gesti provocatori contro i manifestanti. «L’unico modo per evitare il peggio era quello di evacuare il prima possibile la corriera».

 

In Sassonia difficile convivenza con i migranti

Proprio in Sassonia, poche settimane fa, un sindaco di una cittadina che ospita un centro di accoglienza per i rifugiati è stato minacciato e aggredito verbalmente dai cittadini, dopo che aveva invitato le ragazze della città a non vestirsi in maniera troppo scollata per non turbare i profughi.